Baltazar Julius Julius Baltazar, note de biografia, Galleria di stampe Champetier
Background Image

Julius Baltazar

"Dipingere? Esitare fra due momenti fortuiti? Fare in fretta, per potere tenere l'equilibrio nel lampo."

Pic

Note di biografia

Il pittore, incisore e litografo  Julius Baltazar, Herv Lambion il suo vero nome, nasce a Parigi nel 1949. Ancora adolescente dipinge i suoi primi gouache e acquarelli che sottolineano gi la sua inclinazione per la carta. A partire dagli anni 60, alla scuola preferisce la visita delle gallerie di Saint-Germain-des-Prs, il quartiere a lui familiare, come la Galerie du Dragon dove incontra Jorge Camacho che gli offre la sua prima scatola di pittura all'olio, Agustin Cardenas, Cesare Peverelli o Zao Wou-Ki.

Nel 1965, espone per la prima volta i suoi gouache e i suoi oli su carta alla Galerie Transposition a Parigi. Due anni pi tardi entra alla scuola della camera sindacale della bigiotteria-gioielleria e lavorer (dal 1969 al 1971) come apprendista gioielliere presso Arthus Bertrand. Nel 1967 fa la conoscenza di Salvador Dal che lo prende sotto la sua ala protettrice e gli d il suo nome d'artista. Dal lo presenter a Fernando Arrabal per il quale Baltazar realizza la sua prima incisione. Ed con Arrabal che Julius Baltazar fonda il movimento Infra-realista .

Nel 1972, Julius Baltazar viene invitato a soggiornare e esporre per la prima volta a  Toronto. L'amico Pierre Dmitrienko lo presenta all'editore Georges Visat che gli acquista pi di un centinaio di acquarelli (il primo acquirente sar Max Ernst) e che gli insegna le tecniche della taille-douce. Qui incontra Alain Piroir che diventer il suo primo tecnico di opere in taille-douce. In questo stesso anno Julius Baltazar entra alla galleria Andr Biren. E' l'inizio di una profonda amicizia e di una stretta collaborazione. Incontra numerosi pittori (Andr Marfaing, Jean Cortot, Olivier Debr, Antonio Saura, etc). Nel 1975, pubblica la sua prima opera da bibliofilo, edita da Georges Visat.

Nel 1976, soggiorna nei paesi del nord, espone in Danimarca, Svezia e Finlandia. Di ritorno in Francia, incontra il critico d'arte Guy Marester che lo presenta al libraio-editore e collezionista nizzardo Jacques Matarasso. Lanno seguente si sposa e fissa il suo atelier ai piedi di Montmartre dove conosce Raoul Ubac. Espone a Liegi.E' agli inizi degli anni 80 che incontra Michel Butor, con il quale inizia un'intensa collaborazione. Stringe amicizia anche con Michel Don. Nel 1983, getta un nuovo sguardo sul suo lavoro e decide di distruggere buona parte delle sue tele e pitture su carta.

L'anno 1984 vede i suoi primi soggiorni e esposizioni a New-York e Toronto. Delle universit e istituzioni nord-americane acquistano i suoi libri d'artista. In occasione di un secondo soggiorno e una mostra a New York nel 1985, esce il suo testo A l infini le sable (all'infinito la sabbia), in omaggio a Pierre Dmitrienko, illustrato da due calchi di ardesia di Raoul Ubac, pubblicato presso le Editions Adrien Maeght.

Nel 1986, Andr Marfaing lo fa entrare al Comitato della Giovane Incisione Contemporanea.  La Bibliotheca Wittockiana di Bruxelles organizza per lui una prima retrospettiva di libri e manoscritti di artisti. Nel 1988, si fa costruire un atelier in Corsica, a Monticello, dove verr realizzata la maggior parte delle sue opere su carta, poi un altro atelier a Vitry-sur-Seine nel 1989. Per France Tlcom e Alcatel realizza dei progetti di carte magnetiche illustrate. Nel 1991 nascono i suoi primi disegni su pietra litografica, all'atelier Clot et Bramsen a Parigi. Le sue mostre si susseguono.

Nel 1994 riceve una commessa per la realizzazione di un'opera monumentale per la commemorazione de cinquantenario della discesa sui Campi Elisi del Generale de Gaulle, il 26 agosto 1944 ; l'opera occuper la carreggiata dei Campi Elisi dall'Arco di Trionfo fino al  rond-point des Champs-lyses.

Nel corso di questi ultimi venti anni Julius Baltazar non ha smesso di creare e esporre in Francia come all'estero. Gli sono state consacrate numerose retrospettive dei suoi libri d'artista, delle sue pitture e incisioni (Mdiathque dIssy-les-Moulineaux nel 2007, Bibliothque Louis Nucera di Nizza nel 2007, Bibliothque Mdiathque di Nancy nel 2009, Maison des Mmoires Jo Bousquet di Carcassonne nel 2010, etc).
Oggi Julius Baltazar vive e lavora a Parigi, in Corsica e in Canada.

Manifestamente artisti

L'arte e gli artisti si mettono in mostra : manifesti, gallerie, musei, esposizioni personali o collettive. Sui muri o nelle vetrine, sagge o ribelli, i manifesti avvertono, commentano, mostrano. Alcuni sono stati composti da un artista in occasione di un avvenimento particolare, altri, austeri, non hanno che la lettera.Alcuni sono stati creati con la tecnica litografica, la maggior parte sono delle semplici riproduzioni offset. Numeroso sono quelli che amano collezionare questi rettangoli d'arte, su carta lucida o opaca, monocrome o con differenti colori, con molte parole o quasi mute. Vi presentiamo riuniti qui di seguito i manifesti (francesi e stranieri) in omaggio agli artisti presenti sul nostro sito (327 ). Tra questi ultimi, alcuni non hanno ancora il « loro manifesto », che viene quindi sostituito da un catalogo d'esposizione o da una rivista. Siamo felici di poter rendere omaggio, grazie a questa rubrica, alcune gallerie mitiche come Denise René, Louis Carré, Claude Bernard, Berheim Jeune, Maeght, Pierre Loeb e moltre altre ancora.

Pic

Cataloghi ragionati

Cataloghi ragionati
Non ralis ce jour. Tutti cataloghi ragionati

Tracce bibliografiche

Da leggere sull'artista :
  • Baltazar, cat. d'expo., collectif, Bibliotheca Wittockiana, Bruxelles, 1986
  • J. B.,un abstrait l'tat sauvage, P. Delaveau, Ed. Michel Vokr, 1994
  • La main du diable , collectif, Ed. Les 400 Coups, Quebec, 2000
  • Regards sur J. Baltazar , M. Butor & autres, Ed. Gal. Blais, Montral, 2000
  • Nice sous le ciel de Julius Baltazar, cat., Bibliothque Louis Nucra, Nice, 2007
  • Julius Baltazar - Un barbare au paradis, cat., Mdiathque de Nancy, 2009
  • L'homme papier , S. Stti & autres, Ed. Al Manar, Neuilly sur Seine, 2011
  • J. Baltazar, M. Butor, photo. Rurik Dmitrienko, cat., Ed. L'Atelier d'Artistes, 2014
  • L'Archipel Baltazar, M. Butor, L. Giraudo, Maison du livre d'artistes, Lucinges, 2014
  • Chutes de temps alatoires, Centre Jo Bousquet et son Temps, Carcasonne, 2014
Da leggere dell'artista :
  • L'imposture des rves , aphorismes, J. Cortot, Ed. La Palinte, Montral, 1996
  • Elgies du chaos, F. Xavier, dialogue avec Julius Baltazar, Ed. du Littraire, 2018
Sito web :
Aucun site internet dédié à cet artiste.

Saperne un po' di più :


Movimenti dell'arte

+ ARTISTI DI OGGI / XX seculo /
I movimenti dell'Arte

Vedere e scoprire

Oltre alle opere attualmente in stock, mi è sembrato utile di darli a vedere o conoscere altre opere degli artisti rappresentati nella galleria. Queste parti, oggi vendute o ritirata della vendita, sono state nello stock della galleria in un passato recente.

Questa pagina permetterà certamente ad alcuni uni fra voi di mettere un'immagine su un titolo o l'inverso, ad altri semplicemente di scoprire un po'più sull'opera di tale o tale artista, o semplicemente per il piacere degli occhi !

Vedere e scoprire