Background Image

Jean Deyrolle

"C in pittura un legame ed un luogo."

Pic

Note di biografia

Jean Deyrolle nasce nel 1911 a Nogent-sur-Marne, dove suo padre, medico militare, lavora nella guarnigione. La sua famiglia bretone e si stabilisce a Vannes quando Deyrolle ha solo pochi mesi. Dopo la morte del padre, quando ha 13 anni, soggiorna a Quimper e poi a Concarneau. Il nonno artista-pittore. Nel 29 Deyrolle entra alla Scuola dArte e Pubblicit di Parigi dove studier 3 anni; si cimenta con lincisione e realizza le sue prime litografie e lino-incisioni. Ottenuto il diploma, abbandona la pubblicit e Parigi per ritornare a Concarneau. Comincia a dipingere e percorre la Bretagna in lungo e in largo, facendo studi di nature morte e di paesaggi.
Con una borsa di studio in mano, Deyrolle parte per il Marocco, dove, grazie a qualche esposizione, riesce a mantenersi per qualche anno. Qui ritrova la cugina ed amica dinfanzia Jeannine Guillou e fa conoscenza con il di lei compagno, Nicolas de Stael. Viaggia con loro, percorrendo il paese e dipingendo con il modello davanti. Deyrolle ritorna a Concarneau nel 38 e dispone dellatelier del nonno. La pittura diventata la sua ragione di vivere. Lartista scopre lopera di Paul Srusier. Dopo aver smobilitato nel 40, va spesso a Chateauneuf-du-Faou, da Madame Srusier, per studiare i quadri e gli scritti del teorico della Scuola di Pont-Aven.
Nel 42 Jean Deyrolle si stabilisce in un atelier parigino, atelier in rue Daguerre che manterr per tutta la vita. Risente per un breve periodo dellinfluenza di Braque e di Roger de la Fresnaye. Vede spesso Jeannine e Nicolas de Stael; a casa loro conosce Andr Lanskoy. Lartista prosegue con rigore ed accanimento le sue ricerche. Lincontro con Csar Domela lo aiuta a liberarsi progressivamente dalla figurazione.
E nel 44 che lartista sposa lastrazione; diventa amico di Alberto Magnelli, che eserciter una profonda influenza spirituale sullartista, incontra Jeanne Bucher, che gli compra le sue prime opere non-figurative. Partecipa nel 45 al Salon des Surindpendants, partecipa allesposizione Venti anni di pitture presso Jeanne Bucher. Lanno seguente Deyrolle fa parte del gruppo dei pittori astratti della seconda generazione che si coagula intorno a Denise Ren (con Dewasne, Marie Raymond, Schneider e Hartung). Ben presto saranno raggiunti da Gilioli, Poliakoff e Vasarely.
Deyrolle mette a posto un atelier in un solaio di una casa quasi in rovina a Gordes; vi passer molto tempo, raggiunto dagli amici. Una mostra personale dellartista organizzata a Parigi nel 48 alla Galleria Denise Ren, sar la prima di numerose altre Personali in Francia ed allestero. Per un anno, nel 53 Deyrolle insegner allAccademia Fernand Lger. E in questo periodo che la maniera dellartista, in piena sintesi creativa, si fa libera. Nel 56 a Bruxelles al Palazzo delle Belle Arti si tiene la prima retrospettiva dellartista.
Jean Deyrolle stato professore all'accademia delle belle arti di Monaco (1959-1967). L'artista lavorer con tenacia fino alla fine; espone, dipinge, lavora su carta, riceve dei premi, viaggia, si stabilisce definitivamente a Gordes nel 63.
Ammalato, il suo stato di saluto si aggrava nel 67, anno in cui muore a Tolone, dove lo stavano curando.

Manifestamente artisti

L'arte e gli artisti si mettono in mostra : manifesti, gallerie, musei, esposizioni personali o collettive. Sui muri o nelle vetrine, sagge o ribelli, i manifesti avvertono, commentano, mostrano. Alcuni sono stati composti da un artista in occasione di un avvenimento particolare, altri, austeri, non hanno che la lettera.Alcuni sono stati creati con la tecnica litografica, la maggior parte sono delle semplici riproduzioni offset. Numeroso sono quelli che amano collezionare questi rettangoli d'arte, su carta lucida o opaca, monocrome o con differenti colori, con molte parole o quasi mute. Vi presentiamo riuniti qui di seguito i manifesti (francesi e stranieri) in omaggio agli artisti presenti sul nostro sito (327 ). Tra questi ultimi, alcuni non hanno ancora il « loro manifesto », che viene quindi sostituito da un catalogo d'esposizione o da una rivista. Siamo felici di poter rendere omaggio, grazie a questa rubrica, alcune gallerie mitiche come Denise René, Louis Carré, Claude Bernard, Berheim Jeune, Maeght, Pierre Loeb e moltre altre ancora.

Pic

Cataloghi ragionati

Cataloghi ragionati
Tutti cataloghi ragionati

Tracce bibliografiche

Da leggere sull'artista :
  • Jean Deyrolle , in revue Cimaise n7-8, juin-juillet-aot 1956
  • Jean Deyrolle , catalogue d'exposition, Ed. Galerie Denise Ren, Paris, 1966
  • Deyrolle , L. Degand et G. Richar, Ed. Le Muse de Poche , Paris, 1974
  • Une exprience spirituelle , J. Pfeiffer, Cahiers de la Peinture, dc. 1975
  • Le long rve de Jean Deyrolle , R. Bordier, in Cimaise, juillet 1976
  • J. D., une peinture bien tempre , J.-P. Geay, Ed. Les Amis de J. D., Snanque, 1977
  • Jean Deyrolle , coll., cat., Ed. Muse des Beaux-Arts de Quimper, 1979
  • J. D.: Oeuvres sur papier , Georges Richar-Rivier, Ed. Muse des B.-A., Rennes, 1984
  • Jean Deyrolle en clats ou . . . , Georges Richar, Ed. Porte du Sud-Galart, 1987
  • Jean Deyrolle , coll., cat., Ed. Muse des Jacobins, Morlaix, 1987
Da leggere dell'artista :
  • Entretien avec 17 peintres non-figuratifs , J. Grenier, Calmann-Lvy, 1963
  • J. D. figuration et abstraction , Assoc. Campredon Art et culture, Gordes, 1991
Sito web :
deyrolle.ifrance.com/

Saperne un po' di più :


Movimenti dell'arte

+ NUOVE REALTA / 1946-1956 / Etienne Bothy, Marcelle Cahn, ecc.
I movimenti dell'Arte

Vedere e scoprire

Oltre alle opere attualmente in stock, mi è sembrato utile di darli a vedere o conoscere altre opere degli artisti rappresentati nella galleria. Queste parti, oggi vendute o ritirata della vendita, sono state nello stock della galleria in un passato recente.

Questa pagina permetterà certamente ad alcuni uni fra voi di mettere un'immagine su un titolo o l'inverso, ad altri semplicemente di scoprire un po'più sull'opera di tale o tale artista, o semplicemente per il piacere degli occhi !

Vedere e scoprire