Ha detto . . .
Ritratto di Bill Max
"La pittura e la scultura sono senza equivoci, la loro utilità risiede nella loro utilità intellettuale e spirituale."
Tracce bibliografiche
Da leggere sull'artista :
« Max Bill », M. Bense et autres, Verlag Arthur, Zurich, 1958
« Max Bill », M. Staber, Art in progress, Methuen, London, 1964
« Max Bill », E. Hüttinger, ABC Verlag, Zurich, 1987
« Max Bill »« Max Bill », CNAC, M. Staber, Paris, , CNAC, M. Staber, Paris, 1969
Da leggere dell'artista :
« La formation de l’architecte », UIA, Paris, n°44, 1967
Catalogo (cataloghi) ragionato (i)
« Bill Max, recherche d’un art logique », V. Anker, Ed. l’âge d’homme, Lausanne, 1979
Sito web
Opera già venduta dalla galleria

Estampe, lithographie, gravure, Bill Max

Ultimo aggiornamento :
Un' occhiatina
Anne Turlais
"Coup de coeur"
Appleby Théodore


Vedere le opere per :
Bill Max
Note biografiche...
stampa, litografia, incisione, disegno, libro illustrato
BAUHAUS /1919-1933 / Lyonel Feininger, Johannes Itten, Vassili Kandinsky, Paul Klee, Gerhard Marcks, Georg Muche, Oskar Schlemmer, ecc.
ASTRAZIONE-CREAZIONE /1931-1938 / Etienne Béothy, Frantisek Kupka, Piet Mondrian, Sophie Taeuber-Arp, Georges Vantongerloo, etc.
NUOVE REALTA /1946-1956 / Etienne Béothy, Marcelle Cahn, ecc.
SCULTURA MODERNA /1930-1970 / William Kenneth Armiage, Constantin Brancusi, Anthony Caro, Naum Gabo, Pablo Gargallo, Isamu Noguchi, ecc.

Affiche d'exposition Bill Max 
  Note biografiche . . .
“Chiamiamo queste opere “ arte concreta” poiché non ci sono apporti esterni, dei fenomeni normali senza alcuna trasformazione”. - Max Bill
Bill Max dans son atelier
Manifesto / M. Bill che realizza un'opera


Tutti i manifesti


Pittore, architetto, scultore, Max Bill é nato nel 1908 a Winterthur (Svizzera). Dal 1924 al 1927 è allievo alla Scuola dei Mestieri d’Arte di Zurigo (Kunstgewerbeschule) ; apprende il mestiere di orafo. Mentre assiste ad una conferenza di Le Corbusier, decide di diventare architetto. Dal 1927 al 1929 è allievo del Bauhaus a Dessau ; Max Bill frequenta gli atelier del metallo, di teatro, di pittura e di architettura. Max Bill ne ricava una grande conoscenza dei materiali, la convinzione della necessità logica di una sintesi delle arti che si articoli intorno all’architettura, poiché le arti hanno come funzione quella di aiutare a costruire uno spazio appropriato alla vita dell’uomo ed alla sua armonia.

La sua prima esposizione di pittura ha luogo a Zurigo nel 1929. Nel 1930 si stabilisce a Zurigo come architetto, estendendo la sua attività anche alla pittura, alla scultura ed all’estetica industriale. Soggiorna un po’ in Francia ed in Italia, nel 1932 aderisce e partecipa alle attività del gruppo “Abstraction-Création” scaturito dal gruppo “Cercle et Carré” (Michel Seuphor) che si fonderà poi nel collettivo “Réalités Nouvelles” nel 1939. Nel 1932, con Jean Arp incontra Mondrian e, l’anno seguente, si lega con Vantongerloo.














Negli anni ’40 fonda la rivista “Abstrakt-Konkret” e tiene dei corsi a Zurigo, poi a Darmstadt. Concepisce e realizza gli edifici dell’”Università de la Forme” (Hochschule fûr Gestaltung) ad Ulm, ne sarà prima uno dei direttori, poi rettore. Si impegna nella vita della città di Zurigo, nelle commissioni federali d’arte svizzera, poi al parlamento federale. Max Bill sarà professore nel 1967, presso la scuola di Belle Arti di Amburgo. Pubblica numerosi studi sull’arte concreta , sull’approccio matematico e la scultura nell’arte, sull’architettura ed il design.

 

Max Bill parteciperà a numerose mostre collettive in tutto il mondo ed importanti esposizioni personali verranno consacrate solamente a lui o talvolta associate a Josef Albers, Jean Arp, Pevsner o Vantongerloo. L’artista riceverà numerosi riconoscimenti tra cui Premio Kandinsky nel 1949 od il Primo Premio di scultura alla Biennale di Sao Paulo nel 1951. Max Bill fonda la sua arte sulla linea dritta e sull’assemblaggio di piani geometrici in proporzioni strettamente calcolate.

E’ morto nel 1994 a Berlino.




Warning: mysql_close(): supplied argument is not a valid MySQL-Link resource in /home/mchampet/www/sitephp/phpit/biographie.php on line 811